Controllo contabile, ok a relazione su rendiconto della Regione 2020

Il documento era stato redatto a seguito della sentenza delle sezioni riunite della Corte dei conti, che ha rigettato il ricorso della Regione sulla mancata parifica del rendiconto.
Un documento del Co.re.co.co. 02/03/2022 - Ok a maggioranza, con un solo astenuto, del Comitato regionale di controllo contabile, presieduto da Giancarlo Righini, alla relazione sul rendiconto generale della Regione Lazio – esercizio finanziario 2020. La relazione si era resa necessaria a seguito della sentenza delle sezioni riunite in sede giurisdizionale in speciale composizione della Corte dei conti, che ha rigettato il ricorso della Regione contro la parziale mancata parifica del rendiconto.

Si trattava, come ha spiegato il vicepresidente della Giunta e assessore al Bilancio Daniele Leodori, in una illustrazione alla quale il presidente Righini ha dichiarato di aderire senza riserve, di adeguare il rendiconto alle conseguenze della sentenza, in modo tale da permettere di mantenere ugualmente gli abbattimenti delle aliquote della addizionale regionale Irpef, con un percorso che sarà completato entro marzo, ha aggiunto Leodori.

L’obiettivo è stato raggiunto attraverso tre emendamenti della Giunta, che consentiranno di reperire la somma necessaria, al raggiungimento della quale mancano ancora 105 milioni. Per quanto riguarda invece l'Irap si pensa di mantenere i tagli degli anni precedenti, ad eccezione, ha detto ancora Leodori, delle case farmaceutiche, sole imprese cui si ritiene di poter chiedere, nella situazione che si è determinata negli ultimi due anni, un sacrificio necessario.

Ultima annotazione di Leodori sul ricorso perso dalla Regione è stata la constatazione di come esso non sia stato inutile, poiché un dibattito si è aperto a seguito dell'iniziativa del Lazio e della Sicilia sulle procedure di parifica della Corte, come dimostrato dal fatto che la stessa procura nazionale della Corte ha presentato a sua volta un ricorso. Il Lazio però ha deciso di fermarsi, a differenza della Sicilia, al ricorso sostenuto con esito negativo. 

Presenti alla seduta, oltre al presidente Righini, i consiglieri Simone Lupi e Fabio Refrigeri del Partito democratico, Fabrizio Ghera di Fratelli d’Italia, Gaia Pernarella  del Movimento 5 stelle e Angelo Tripodi della Lega.

  A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su