Commissione piani di zona, audizione su "Monte Stallonara" e "Isolato stazione" di Fiumicino

Continua il percorso per fare chiarezza sullo stato di attuazione dei programmi urbanistici di edilizia agevolata.
Un momento dell'audizione 14/10/2019 - La commissione speciale sui piani di zona per l'edilizia economica e popolare nella Regione, presieduta da Roberta Lombardi, ha proseguito oggi il suo "viaggio" per avere un quadro preciso della situazione. La prima parte č stata dedicata a Monte Stallonara, una zona dell'XI Municipio di Roma, dove i dirigenti del Comune di Roma e della Regione Lazio, hanno parlato di sei operatori per i quali si stanno portando avanti i procedimenti di revoca della convenzione e dei finanziamenti, dopo aver riscontrato violazioni nella determinazione dei prezzi massimi di cessione e altre irregolaritā. I cittadini del comitato locale hanno chiesto di accelerare le procedure, visto anche che alcuni di questi appartamenti sono stati messi all'asta nell'ambito delle procedure fallimentari che hanno coinvolto i relativi costruttori e rischiano quindi lo sfratto.

La seconda parte dell'audizione ha riguardato, invece, la situazione di un operatore del piano di zona "Isolato Stazione", nel territorio di Fiumicino. Si tratta di appartamenti dati in locazione per 8 anni, con l'impegno di acquisto al termine. In questo caso il Comune, una volta avviata la procedura fallimentare a carico di questo costruttore, ha deciso di non revocare la convenzione, anche in relazione all'alto debito (circa 3 milioni e 800mila euro) nei confronti degli istituti bancari. Adesso le famiglie che hanno deciso di non aderire alle richieste del curatore fallimentare per l'acquisto degli appartamenti rischiano lo sfratto. Anche in questo caso gli inquilini hanno chiesto un intervento rapido a Regione e Comune, per vedere riconosciuto la natura sociale dell'intervento edilizio e quindi avere un prezzo di cessione in linea con quanto stabilito dall'amministrazione locale. In questo senso anche gli interventi della presidente Lombardi e dei consiglieri Michela Califano (Pd) e Marco Cacciatore (M5s). A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su