Giornata per gli appartenenti alle forze di polizia caduti, ok a proposta di legge in commissione

Sarà il 29 ottobre, in quanto giorno dell'istituzione della Dia, organismo in cui tutte le forze di polizia sono rappresentate.
Il Consiglio regionale del Lazio con le bandiere a mezz'asta. 02/07/2020 - Ok oggi all'unanimità dalla prima commissione consiliare Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia, presieduta da Rodolfo Lena, alla proposta di legge per l’istituzione della giornata della memoria per gli appartenenti alle forze di polizia (così modificato, rispetto all’originaria dicitura “forze dell’ordine”, grazie a tre emendamenti presentati dalla prima firmataria della proposta Valentina Grippo, del Partito democratico, insieme al presidente Lena) caduti nell’adempimento del dovere, vittime del terrorismo, della mafia e di ogni altra forma di criminalità.

Con un ulteriore emendamento, sempre a firma Grippo e Lena, si è aderito alla proposta che era pervenuta dal presidente dell’osservatorio regionale sulla legalità e la sicurezza, Giampiero Cioffredi, affinché la data prescelta fosse, in luogo di quella originariamente prevista del 21 novembre, il 29 ottobre, particolarmente significativa – aveva spiegato Cioffredi - perché “giorno di istituzione della Direzione investigativa antimafia nata da un’idea del giudice Giovanni Falcone, che vede rappresentate al suo interno tutte le forze di polizia”.

La proposta di legge, che consta di due articoli, dovrà ora passare al vaglio dell’Aula prima di diventare legge regionale.

Alla seduta erano presenti anche i consiglieri Alessandro Capriccioli di Più Europa radicali, Marta Leonori del Pd e Devid Porrello del Movimento 5 stelle.

  A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su