In commissione Ambiente, audizione sull'ampliamento del Parco dei Monti Simbruini

Nell'audizione odierna della commissione Agricoltura e ambiente, presieduta da Valerio Novelli si è parlato della  proposta di legge n. 181 del 10 settembre 2019 , "Ampliamento Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini".
16/03/2021 -
Nell'audizione odierna della commissione Agricoltura e ambiente, presieduta da Valerio Novelli si è parlato della  proposta di legge n. 181 del 10 settembre 2019 , "Ampliamento Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini".
Molti gli intervenuti per esprimere plauso all'iniziativa. Erano presenti Citta Metropolitana di Roma, il sindaco del Comune di Arsoli, di Cervara di Roma e il presidente del Parco Monti Simbruini. 
Continua così, a ritmo serrato, il lavoro della commissione presieduta da Valerio Novelli (M5S), sulla riqualificazione dei parchi della Regione Lazio.
Massimiliano Maselli ( FdI) nel suo intervento ha parlato di un provvedimento utile, che va portato avanti in sinergie con gli enti coinvolti, perchè solo attraverso la pianificazione i parchi si dotano di uno strumento adeguato per la conseguente programmazione di tutte quelle attività possibili e non. 
Eugenio Patanè (PD)  ha invece sollecitato affinchè il piano d'assetto del Parco dei Monti Lucretili sia affrontato in contemporanea con quello dei Monti Simbruini,  per una definizione in tempi brevi.  Ha inoltre ricordato l'annoso problema degli strumenti di pianificazione che riguarda tanto i comuni, quanto l'area metropolitana, sia la Regione, ovvero gli iter lunghissimi. In passato è accaduto che nel momento in cui un piano arrivava a deliberazione, ci si trovava a pianificare realtà superate. 
Anche la consigliera Laura Cartaginese (Lega) nel suo intervento ha dichiarato che sottoscriverà la legge, infatti, a suo parere,  il parco dei Monti Simbruini per posizione e caratteristiche, potrebbe diventare il cuore pulsante e polo turistico attrattivo che potrebbe portare linfa nuova, in termini di turismo, anche nei paesi vicini.
A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su