Porto di Civitavecchia, Alessandri: la Regione sta facendo la sua parte

Seconda parte dell'audizione sulla situazione del sistema portuale con la relazione dell'assessore ai Trasporti.

Il porto di Civitavecchia. 22/03/2021 - La commissione Trasporti del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Eugenio Patanè, ha concluso oggi, con la relazione dell'assessore Mauro Alessandri, l'audizione sulla situazione del sistema portuale, con particolare attenzione alle difficoltà economico-finanziarie di Civitavecchia.

“Dobbiamo fare leva sulla situazione peculiare che si è generata con il blocco dell'attività crocieristica dovuto alla pandemia – ha spiegato Alessandri – è vero che le difficoltà di Civitavecchia vengono da lontano, ma il crollo è dovuto alla crisi del 2020. Questo può essere un punto di forza per far crescere l'attenzione a livello nazionale. La Regione ha già messo in campo strumenti importanti, al di là dei due milioni e mezzo di euro anticipati. In particolare con il nostro lavoro per il collegamento su ferro e su gomma, con il completamento Orte-Civitavecchia e quello diretto al nodo ferroviario di Roma”.

“Non soltanto siamo a disposizione per segnalare la situazione al Governo – ha proseguito l'assessore - compresa l'ottima attività che ha messo in piedi il presidente in poche settimane. Ma possiamo fare anche la nostra parte sulla costruzione delle prospettive per dotare il porto delle infrastrutture necessarie a far cresce il settore commerciale. Infine, senza lasciare da parte ulteriori strumenti, dobbiamo chiudere l'ottimo lavoro che stiamo faendo per la Zona logistica semplificata”.

L'ultima parte della relazione di Alessandri è stato dedicato all'impiego delle risorse del Recovery fund: “Faremo la nostra parte – ha spiegato - se si investe sulla portualità, il porto di Roma deve ricevere un'attenzione forte. Ma dobbiamo aver presente che va costruita un'idea di porto. Avere le idee chiare sui programmi è un buon biglietto da visita”.

Proprio su questo tema si sono centrati gli interventi dei consiglieri, in primo luogo Marietta Tidei (Gruppo misto) e Gino De Paolis (Lista Zingaretti), che hanno chiesto precisazioni sui finanziamenti in arrivo.

Il presidente dell'autorità portuale, Pino Musolino, nella sua replica ha ribadito che “il punto prioritario per noi nel breve periodo è risolvere la questione bilancio entro il 30 aprile. Al netto di questo, è importante inserire darsena energetica grandi masse nelle schede del Recovery. Se questo non fosse possibile. Sono già previsti interventi comunque importanti. Dobbiamo fare squadra a tutti i livelli istituzionali, avendo presente che il porto di Civitavecchia è un elemento imprenscindibile per ogni possibile sviluppo della Regione nei prossimi anni”.

Prima di chiudere la seduta, il presidente Patané, d'accordo con i consiglieri presenti, ha deciso di procedere con l'elaborazione di una risoluzione su questo tema da sottoporre alla commissione nella prossima seduta. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su