Proposta di legge 293, proseguono le audizioni in commissione

Oggi è stata la volta di alcuni amministratori locali dei territori interessati da concessioni idroelettriche.
25/10/2021 - Altra audizione oggi in commissione sesta Lavori pubblici, infrastrutture, mobilità, trasporti, presieduta da Eugenio Patanè, sulla proposta di legge n. 293 del 4 maggio 2021, concernente: "Disposizioni in materia di concessioni di grandi derivazioni d'acqua a scopo idroelettrico in attuazione dell'articolo 12 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (Attuazione della direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica) e successive modifiche. Legge regionale di adeguamento agli obblighi europei".

Erano stati invitati oggi i sindaci e i presidenti delle province nei cui territori sono presenti concessioni idroelettriche, come ha tenuto a ricordare il presidente: ben pochi di essi però erano presenti. Tra questi, il Sindaco del Comune di Roccasinibalda, Stefano Micheli, ha detto che le questioni dei ristori sono ormai annose e l’alluvione ha dimostrato l’urgenza di risolverle; anche i disciplinari sono ormai vecchi, inoltre. In rappresentanza del Sindaco del Comune di Tivoli, Laura Di Giuseppe ha detto di voler capire meglio in qual modo questa normativa possa coinvolgere i comuni. Anche per la Provincia di Frosinone, l’ing. Secondini ha detto di aver necessità di approfondire meglio lo studio della normativa. A tutti il presidente Patanè ha chiesto comunque osservazioni scritte a beneficio della commissione.

Tra i consiglieri, Sergio Pirozzi ha ricordato di aver richiesto in una precedente audizione la messa a disposizione della commissione dei disciplinari e di tutti gli altri documenti utili ad approfondire questa tematica complessa, al fine di poter elaborare una proposta di legge quanto mai efficace.

Prossimo appuntamento con le audizioni su questo tema, giovedì, ha ricordato in chiusura Patanè. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su