Parere favorevole allo Statuto del Consorzio di bonifica "Etruria Meridionale e Sabina"

Lo schema di delibera votato dalla commissione Agricoltura, Ambiente, torna in Giunta per l’approvazione definitiva.
Immagine di un Consorzio di bonifica del Lazio. 09/11/2021 - La commissione Agricoltura, ambiente, riunita oggi in modalità telematica e presieduta da Valerio Novelli (M5s), ha espresso parere favorevole, a maggioranza dei presenti, allo schema di deliberazione n. 198 concernente l’approvazione dello Statuto del Consorzio di bonifica "Etruria Meridionale e Sabina", che ora torna in Giunta per l’approvazione definitiva. Hanno votato a favore: il presidente Novelli, Silvia Blasi (M5s), Michela Califano (Pd), Marietta Tidei (gruppo Misto) e Marta Leonori (Pd), che ha sostituito Eugenio Patanè. Astenuta, invece, la vicepresidente della commissione, Laura Cartaginese (Lega). Il parere della commissione è previsto all'art. 28, comma 2 lett. a) della Legge Regionale 21 gennaio 1984, n. 4.

Il Consorzio di bonifica "Etruria Meridionale e Sabina" è un ente di diritto pubblico che ha la sede legale ad Acquapendente (VT) e una sede operativa anche a Rieti. Il suo comprensorio è composto da una superficie complessiva di circa 4.780 kmq e comprende numerosi comuni laziali delle province di Viterbo e Rieti, ma anche quattro comuni della provincia di Siena e due di quella di Grosseto, in Toscana. L’articolo 11 della Legge Regionale n. 12/2016 ha disciplinato l’estinzione dei Consorzi di Bonifica operanti nella Regione Lazio, determinando l’istituzione di quattro nuovi Consorzi, tra i quali “Etruria Meridionale e Sabina”, nato dalla fusione dei consorzi “Val di Paglia” e “Bonifica reatina”.

Il Consorzio esplica le funzioni ed i compiti che gli sono attribuiti dalle leggi statali e regionali con riferimento alla bonifica e all’irrigazione, alla difesa del suolo e dell’ambiente, alla tutela della qualità delle acque e alla gestione dei corpi idrici. I suoi organi istituzionali sono: l’Assemblea; il Consiglio di amministrazione (costituito da 13 membri eletti dall'Assemblea); il Comitato esecutivo (composto dal presidente, dai due vicepresidenti del Consorzio e da due membri eletti dal Cda); il presidente e i due vicepresidenti; il revisore dei conti. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su