Riforma della legge sul sistema turistico, proseguono i lavori in commissione V

Esaminati e approvati altri dodici articoli della proposta n. 274 dall'organismo consiliare.
Una spiaggia del litorale laziale. 11/11/2021 - Proseguito oggi, in commissione quinta presieduta da Gaia Pernarella, l’esame degli emendamenti e dei subemendamenti relativi alla proposta di legge n. 274 del 1° febbraio 2021, di modifica alla legge regionale 6 agosto 2007, n. 13, sull’organizzazione del sistema turistico laziale. Nella precedente seduta si era terminato con l’ok della commissione sull’articolo 5 del testo così come emendato dalle proposte di modifica approvate. Presente anche oggi l’assessore Valentina Corrado, sono stati dodici gli articoli approvati nella giornata di lavori odierna, compreso uno aggiuntivo: in molti casi si trattava di emendamenti dell’assessore o sue riformulazioni di emendamenti di consiglieri, con i quali si sostituiva l’intero testo dell’articolo da approvare.

I lavori sono ripartiti oggi dall’esame dell’articolo 6 della proposta, che incide sull’ art. 8 della legge 13 del 2007; un dibattito si è aperto già a proposito del primo emendamento esaminato e approvato, che, così come riformulato da Corrado, modifica e sostituisce completamente l’articolo; a proposito di questo testo, Francesca De Vito del gruppo misto ha detto che i suoi timori espressi nella precedente seduta trovavano conferma, in quanto questa riformulazione stabilisce la creazione di una società in house, nello specifico la DMO, Destination Management Organization, che svuota, a suo avviso, le funzioni dell’assessorato, considerato anche la competenza di Lazio crea sui bandi. La replica dell’assessore è stata che questo organismo è necessario per coordinare e dare un aspetto unitario alle varie realtà coinvolte nella programmazione del turismo a livello regionale. Articolo approvato, comunque, nella riformulazione dell’assessore.

Approvato poi l’articolo 7 senza emendamenti, dopo che quelli presentati erano stati ritirati su richiesta dell’assessore; riserve sono state espresse però da Pasquale Ciacciarelli della Lega a proposito dell’invito al ritiro di alcuni emendamenti, che erano stati formulati come contropartita, ha detto il consigliere, del ritiro di proposte di legge alternative a quella che si sta esaminando.

L’articolo 8, sostitutivo dell’articolo 11 della legge 13, è stato poi approvato nella nuova formulazione proposta da un emendamento dell’assessore che, assorbendo gli altri emendamenti presentati, ha definito un elenco di ambiti territoriali per il turismo all’interno della regione Lazio. Approvati poi un articolo aggiuntivo introdotto da un emendamento di Ciacciarelli, come modificato dall’assessore, sulla mobilità intermodale, e l’articolo 9, senza emendamenti. Per quanto riguarda l’articolo 10, con cui si riscrive l’articolo 14 della legge 13 del 2007, esso è stato approvato sotto forma di riformulazione proposta dall’assessore di un emendamento.

Ok anche, con un emendamento, all’articolo 11, che sostituisce l’articolo 15 della legge 13: oggetto di questo articolo sono le associazioni Pro loco, di cui si intende riconoscere la funzione, subordinatamente alla loro iscrizione in un registro. Approvati poi, sempre attraverso il voto favorevole ad emendamenti dell’assessore che riscrivevano l’intero testo, gli articoli da 12 a 15: in particolare, il 12 riscrive l’art. 16 della legge 13, l’articolo 13 modifica l’articolo 17 della legge sul turismo, l’articolo 14 sostituisce invece l’articolo 18 e l’articolo 15 modifica l’articolo 20 della legge sull’organizzazione del sistema turistico laziale.

Approvato infine, con un emendamento, l’articolo 16 della proposta, che va a modificare l’articolo 21 della legge 13. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su