Dimensionamento rete scolastica, situazione congelata per il momento

Si attendono gli esiti della trattativa tra Stato e regioni sulla governance delle misure previste dal Pnrr, è stato detto in commissione IX dall'assessorato.
Una studentessa. 02/12/2021 - All'ordine del giorno dei lavori odierni della commissione nona, presieduta da Eleonora Mattia, era l'illustrazione dello schema di deliberazione n. 206, “Linee guida della Regione Lazio sulla programmazione della rete scolastica. Anno scolastico 2022/23”.    

Si tratta di un appuntamento annuale, ma in questa occasione avviene in attesa delle misure del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) relativamente alla riforma del sistema scolastico, per cui c’è molta attesa, trattandosi in sostanza dell’annoso problema del dimensionamento scolastico, così ha riferito in commissione la segreteria dell’assessore Di Berardino.

In questo momento, infatti, l’assessore sta appunto difendendo il ruolo delle regioni rispetto alle prerogative ministeriali sulla governance delle misure previste dal Pnrr; si tratta di una trattativa difficile, però, ha aggiunto l’assessorato.

In attesa dei nuovi criteri, si è deciso di fatto di addivenire a un congelamento della situazione esistente, come è stato ribadito dalla segreteria dell’assessore su richiesta di chiarimenti della consigliera Silvia Blasi del Movimento 5 stelle. Quando le novità apportate dal Pnnr saranno definite, si potrà procedere a mettere a punto le misure regionali sulla scuola.

La presidente Mattia ha quindi fissato il termine per eventuali osservazioni al documento a martedì prossimo 7 dicembre, quando la commissione prenderà in esame lo schema di delibera per l’espressione del parere. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su