Testo unico organi di garanzia, audizione in prima commissione

Al termine, la presidente Battisti ha fissato il termine per le osservazioni alla proposta di legge 201.
Problemi psichici. 03/03/2022 - Audizione oggi in commissione prima, Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia, presieduta da Sara Battisti, con oggetto la proposta di legge regionale n. 201/2019, “Testo Unico in materia di Organi di Garanzia”, di iniziativa del consigliere Devid Porrello ed altri. 

Prima ad intervenire, Sara Teresa Mariani, Referente territoriale AIAF (Associazione italiana degli avvocati per la famiglia e per i minori), secondo la quale  il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza va coinvolto necessariamente  in tutti i procedimenti che riguardano i minori.

Per Emiliana Bozzella, Funzionario Ufficio Scolastico Provinciale Latina, centrale è la figura del docente referente, che è una interfaccia con vari enti, tra cui le forze di Polizia; sui problemi del bullismo e cyberbullismo, poi, un importante fattore di collaborazione è quello con la Garante dell’infanzia regionale. Importante raggiungere soprattutto le famiglie, che spesso non conoscono i rischi connessi all’utilizzo della rete. Altra tematica calda è quella della violenza di genere, ma anche importante fronte è quello dell’inclusione scolastica, ha concluso Bozzella.

A seguire, Beatrice Greco,  per l’Ordine degli Psicologi del Lazio, si è concentrata sugli articoli 15, 16 e 17 della proposta, in cui il tema del benessere psicologico entra in gioco a suo avviso in modo importante. Il benessere della persona passa infatti attraverso una integrazione dei tre aspetti, quello psicologico, quello fisico e quello sociale, così ancora Greco; la sua proposta è un osservatorio permanente, composto da figure tecniche, che possa approfondire tematiche trasversali ai vari organi di garanzia. Favorire una maggiore conoscenza emotiva è un altro suggerimento arrivato dall’Ordine degli psicologi.

Entro il 17 marzo possono pervenire osservazioni rispetto alla proposta di legge, ha detto la presidente Battisti in conclusione. A seguire, sarà fissato il calendario per il prosieguo delle attività, quindi la fase emendativa. Rinnovando l’invito a far pervenire contributi scritti alla commissione, la presidente ha chiuso quindi i lavori di oggi.

  A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su