Albano, comitati e associazioni contestano il nuovo centro commerciale

Audizione in commissione Urbanistica sul Print di Cecchina: previsti nuovi edifici per 3mila metri quadrati.
L'area interessata dal Print. 03/03/2022 - La commissione Urbanistica del Consiglio regionale, presieduta da Marco Cacciatore, ha svolto oggi un’audizione sul Piano integrato di intervento (Print) Cecchina - Albano Laziale. Una variante urbanistica che riguarda la zona di Fontana di Papa, contestata da ambientalisti e comitati dei cittadini. Sono intervenuto Enrico Del Vescovo e Danilo Ballanti (Italia Nostra Castelli romani), Carla Oliva (associazione FabricAlbano) e Arturo De Marzi (comitato Villa Ferrajoli), in rappresentanza di 13 associazioni del territorio. Si tratta di un centro commerciale di circa 3mila metri quadri, più i parcheggi annessi, una variante che, secondo gli intervenuti, non ha alcun interesse pubblico. “Come giustificazione viene addotta la realizzazione di una rotonda allo svincolo fra Nettunense e via di Campo Leone – hanno spiegato – una rotonda che, essenzialmente, sarebbe a servizio proprio del nuovo centro commerciale. I Print, poi sono strumenti di riqualificazione di aree edificate, qui si tratta di un terreno agricolo. Non c’è alcun interesse pubblico”.

Manuela Manetti (direzione regionale Pianificazione urbanistica) Ha fatto il punto sull’iter del Print: “Dopo la Valutazione ambientale strategica, siamo adesso nella fase delle verifiche amministrative. Abbiamo riscontrato alcune carenze, il Comune dovrà integrare la documentazione e poi daremo il nostro parere. Ribadisco che le decisioni sulle trasformazioni urbanistiche dipendono dai Comuni”.

Chiudendo la seduta, il presidente Cacciatore ha ribadito che la bussola di ogni decisione “deve essere un oggettivo interesse pubblico, a maggior ragione adesso, un momento in cui la Regione, dopo 22 anni è riuscita ad approvare il suo Piano paesistico”. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su