Etruria meridioniale, ok in commissione a proposta per sviluppo e valorizzazione

Il testo passa adesso all’attenzione del Consiglio regionale per l’esame finale.
Il porto di Civitavecchia. 21/07/2022 - La commissione Sviluppo economico del Consiglio regionale, presieduta da Marietta Tidei, ha dato il via libera alla proposta di legge che stabilisce un piano straordinario per lo sviluppo economico e la valorizzazione territoriale dell’Etruria meridionale.

La proposta di legge, illustrata nella seduta del 30 marzo, vede come primi firmatari Emiliano Minnucci (Pd) e la stessa Tidei, interessa il territorio compreso nel triangolo tra Fiumicino, Bracciano e Civitavecchia, un’area che presente dei tratti comuni in materia di sanità, giustizia, termalismo, sistema bibliotecario, siti archeologici e ambiente. Obiettivo della legge è la valorizzazione del territorio, attraverso interventi volti allo sviluppo industriale e del litorale, del turismo, dell’agricoltura, della zootecnia.

Nella seduta di oggi sono stati approvati gli emendamenti a carattere finanziario e i relativi articoli, dopo il parere espresso dalla commissione Bilancio nella seduta del 19 luglio: vengono istituiti due fondi, sia di parte corrente e sia in conto capitale, con uno stanziamento complessivo pari a 2,7 milioni di euro per il biennio 2022-2023. Tale importo è così suddiviso: 200mila euro per l’anno 2022 e 300mila euro per l’anno 2023, per la parte corrente; 700mila euro per l’anno 2022 e 1,5 milioni di euro per l’anno 2023, per la parte in conto capitale. In virtù della trasversalità degli interventi previsti, inoltre, la disposizione finanziaria prevede anche il possibile concorso delle risorse relative ad altre leggi regionali, nonché delle risorse comunitarie riferite alla programmazione 2021-2027.

Con la votazione di oggi la proposta di legge conclude il suo iter nelle commissioni e passa all’attenzione del Consiglio regionale per l’esame finale. A cura dell'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio

Condividi su