Documento per l'esame del programma di lavoro della Commissione europea per l'anno 2018

20/12/2017 - Ogni anno la Commissione europea presenta il programma di lavoro[1]in cui rende noto come intende tradurre in azioni concrete le proprie priorità politiche.

Molte delle iniziative presentate interverranno in settori di interesse regionale incidendo inevitabilmente sulle politiche e gli interventi legislativi regionali.
La presentazione del Programma di lavoro della Commissione europea, sul piano interno, dà il via alle attività finalizzate alla partecipazione del Consiglio regionale alla formazione delle decisioni europee, consentendo di attivarsi in tempo per evitare il formarsi di vincoli onerosi e di concorrere attivamente alla formazione di decisioni più favorevoli e condivise per il territorio.

Il Consiglio regionale, in base a quanto stabilito dall’articolo 4, della legge regionale n. 1 del 2015, “Disposizioni sulla partecipazione alla formazione e attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea e sulle attività di rilievo internazionale della Regione Lazio”, entro il mese di febbraio,su impulso della Commissione consiliare permanente competente in materia di Affari europei, esamina il programma di lavoro annuale della Commissione e individua le iniziative di maggiore interesse a livello regionale anche al fine di avviare la preparazione della posizione regionale sulle iniziative che saranno considerate più significative per il loro possibile impatto sul territorio.

Nella scheda allegata sono state individuate le iniziative che, tra quelle previste nell’ Allegato I (Nuove iniziative) del programma di lavoro della Commissione europea, rientrano in materie di competenza regionale o, perché, aventi un potenziale un impatto nell’ordinamento regionale.

[1] Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni - Programma di lavoro della Commissione per il 2018 “Un’agenda per un’Unione, più unita, più forte e più democratica” – COM (2017) 650 del 24 ottobre 2017