Programma per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative per la promozione delle politiche europee, della cittadinanza e dell'integrazione europea

21/12/2017 - Documento senza titolo L’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale del Lazio, ha pubblicato il Programma per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative per la promozione delle politiche europee, della cittadinanza e dell’integrazione europea
Il Programma, coerentemente con gli indirizzi formulati dalla II commissione consiliare competente in materia di Affari europei, intende sostenere iniziative volte a favorire e incrementare la conoscenza delle politiche europee sul territorio e a incoraggiare la partecipazione civica al processo decisionale dell’Unione europea al fine di avvicinare l’Unione europea ai cittadini, in particolare, ai più giovani, valorizzando le iniziative dei diversi attori locali presenti sul territorio, per  promuovere la formazione e l’informazione sulle politiche dell’Unione europea, il dibattito sul futuro dell’Europa, la cittadinanza, la cultura, i valori comuni e per rafforzare l’identità europea.
Il presente Programma intende favorire, in particolare, percorsi di dialogo e coesione sociale attraverso la promozione della partecipazione civica e democratica delle persone localizzate nelle aree periferiche urbane.
All’attuazione del Programma sono destinate risorse pari ad euro 50.000,00
Ciascuna iniziativa può ricevere un contributo pari nel massimo ad euro 5.000,00

Destinatari
Possono accedere ai contributi previsti dal Programma, in partenariato con gli attori locali presenti sul territorio della Regione:
a) le Università presenti sul territorio della Regione;
b) i Comuni della Regione Lazio, ivi compreso il Comune di Roma Capitale e i suoi Municipi, le Unioni di comuni e le Comunità montane della Regione, in partenariato con le Istituzioni scolastiche.

Iniziative finanziabili
Le iniziative, per la cui realizzazione si richiede il contributo, devono riferirsi ad uno o più dei seguenti ambiti di intervento:

  1) sensibilizzazione dei cittadini, soprattutto dei più giovani, sulle tematiche relative alla cittadinanza europea e ai diritti fondamentali e sulle grandi questioni europee, al fine di favorire la partecipazione attiva alla vita dell'Unione per contribuire allo sviluppo delle competenze civiche e al dibattito sul futuro dell’Europa, sul tema del regionalismo, sulla riforma dei trattati, sulla democrazia europea e sulla trasparenza;
  2) promozione della conoscenza ai giovani delle politiche dell’Unione europea e delle opportunità offerte dai programmi europei nei settori dello studio, della formazione e della mobilità internazionale ed europea, con l’intento di incoraggiarli a sviluppare il loro potenziale creativo ai fini della loro autorealizzazione;
  3) sostegno alla realizzazione degli eventi e delle iniziative nell’ambito dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018, al fine di promuovere la più ampia comprensione dei valori insiti nel patrimonio culturale europeo, nonché dei valori comuni europei, delle esperienze storiche condivise e dell’eredità artistiche e culturali;
  4) sensibilizzazione alla partecipazione delle comunità locali ad incontri conoscitivi o formativi sulle iniziative di rilievo europeo della Regione Lazio, prevedendo la partecipazione dei cittadini, amministratori e rappresentanti delle parti datoriali e sociali, al fine di una maggiore conoscenza delle opportunità offerte dai programmi e dai finanziamenti dell’Unione Europea;
  5) valorizzazione dell’informazione e della comunicazione sulla conoscenza delle politiche dell’Unione europea di interesse regionale che incidono sugli ambiti socio-economici locali, al fine di agevolare la partecipazione degli attori locali al processo decisionale europeo;
  6) promozione dell’utilizzo di strumenti formativi, informatici, multimediali e radiotelevisivi per divulgare il messaggio europeo e incrementare la partecipazione civica e democratica, sfruttando appieno il potenziale offerto dalle nuove tecnologie digitali;
  7) sviluppo di un vero e proprio canale di ascolto delle opinioni, proposte, idee, contributi degli studenti su come vedono e come vorrebbero che fosse l'Unione Europea del futuro;
  8) diffusione della cultura europea e della storia della sua integrazione a cominciare dal Manifesto di Ventotene.

Ai fini del Programma, sono considerate prioritarie le iniziative che:
  • si rivolgono al futuro rispetto a quelle meramente celebrative o commemorative;
  • si rivolgono alle nuove generazioni;
  • si rivolgono ad ampie platee di destinatari, e, in particolare, che favoriscano il coinvolgimento e la partecipazione civica della cittadinanza localizzata nelle aree periferiche urbane;
  • promuovono l’utilizzo di tecnologie e forme espressive innovative;
  • promuovono la dimensione interculturale dell’Unione europea.