Corte Ue: Valida direttiva sui rifugiati su revoca e rifiuto del riconoscimento dello status di rifugiato per motivi collegati alla protezione della sicurezza o della comunità dello Stato membro ospitante (sentenza C-391/16 e a.)

14/05/2019 - Le disposizioni della direttiva sui rifugiati relative alla revoca e al rifiuto del riconoscimento dello status di rifugiato per motivi collegati alla protezione della sicurezza o della comunità dello Stato membro ospitante sono valide.

La revoca e il rifiuto del riconoscimento dello status di rifugiato non producono l’effetto di privare una persona, la quale abbia fondato timore di essere perseguitata nel suo paese di origine, né dello status di rifugiato né dei diritti che la Convenzione di Ginevra ricollega a tale status
(Sentenza nelle cause riunite C-391/16, C-77/17 e C-78/17, M/Ministerstvo vnitra, X e X/Commissaire général aux réfugiés et aux apatrides)

Immagini della pronuncia della sentenza sono disponibili su « Europe by Satellite» ( (+32) 2 2964106

Al seguente link il comunicato stampa.

Comunicato stampa a cura della:


Direzione della comunicazione
Unità Stampa e Informazione
Sezione italiana
Corte di giustizia UE
www.curia.europa.eu